Prende il via VENERDì 22 APRILE presso la Scuola di Ingegneria a Dalmine, la quinta edizione del Master “Tecnologie e processi della filiera tessile”.

L’attivazione del master conferma l’impegno dell’imprenditoria tessile ad investire sul proprio personale e in particolare sulle nuove generazioni.
Il corso è strutturato in complessive 1500 ore di cui 416 ore di formazione in aula, 150 ore di stage/ progetto e circa 900 ore di formazione individuale, una parte delle quali sarà destinata all’ elaborazione della tesi finale.
Il programma didattico è suddiviso in moduli che ripercorrano la filiera produttiva dalle fibre alla progettazione dei tessuti, dal prodotto confezionato al retail e affrontano i principali temi del management del settore: dall’analisi macro economica dei trend alla gestione dei processi di innovazione, dai modelli organizzativi al marketing di settore, dall’energia alle certificazioni di qualità dei prodotti e dei processi.
<< Il Master si pone due obiettivi –precisa il direttore prof. Stefano Dotti- da un lato fornire a chi opera nel settore pur provenendo da corsi di studio universitari diversi di acquisire le conoscenze tecniche necessarie per poterle abbinare a quanto l’esperienza on the job consente di apprendere, e dall’altro approfondire temi che nel corso degli studi sono per ovvie ragioni affrontati in modo non specialistico. L’esperienza delle edizioni precedenti del master ci ha inoltre insegnato che un’attività di questo tipo molto applicativa basa gran parte del suo successo sul rapporto che l’università ha instaurato con le imprese e sulla disponibilità di queste a collaborare>>.
Il grado di collaborazione delle aziende tessili è senza dubbio elevato: molte di esse si sono dichiarate disponibili a fornire propri esperti per le docenze, a organizzare visite didattiche e a ospitare stagisti.

Pagina del corso